Vestiti Vintage Donna

Se pensiamo alla sensualità degli abiti vintage più iconici della nostra epoca sicuramente Marilyn Monroe sarà la prima a venirci in mente, giusto? In questa sezione del nostro negozio online scoprirai i migliori vestiti caratterizzati da questo stile unico, valorizza la tua personalità e lascia che il mondo lo veda!

Indice dei contenuti

  1. Vestiti stile anni 20
  2. Vestiti stile anni 30
  3. Vestiti stile anni 40
  4. Vestiti stile anni 50
  5. Vestiti stile anni 60
  6. Vestiti stile anni 70
  7. Vestiti stile anni 80
  8. Abiti da sposa vintage
  9. Abiti stile Pin Up
  10. Guida per scegliere l'abito adatto a te

Vestiti anni 20

Gli anni 20 sono quelli successivi alla prima guerra mondiale e sono stati definiti anni ruggenti in quanto la società, terminata la guerra affronta un radicale cambiamento. In questo periodo le donne acquistano la libertà e gli stilisti dell’epoca non si fanno di certo sfuggire questa grande occasione, creando vestiti più leggeri e colorati. I vestiti antecedenti a questa epoca erano molto costretti con bustini e corsetti ma negli anni 20 questi capi vengono sostituiti da capi molto più elastici e sintetici forniti di zip per renderli molto più pratici. Proprio in questi anni i vestiti si accorciano portando la misura sotto il ginocchio e vengono utilizzati i primi materiali sintetici. Uno dei motivi di questo cambiamento viene anche dalla musica Jazz e porta i vestiti delle signore che frequentano questi locali a essere più leggeri, corti e sfrangiati (Flappers). Gli altri abiti che le donne utilizzano nelle loro giornate sono realizzati con curve morbide come il più recente tubino. Rispetto alla moda degli anni precedenti il punto vita di questi abiti o delle donne si abbassa sui fianchi. In questi anni una famosa stilista, che tutti conoscono, Chanel, inizia a realizzare abiti e tailleur con stoffe di jersey, tessuto che veniva utilizzato prettamente per gli abiti maschili. Famoso in questi anni è l’abito realizzato da Coco Chanel chiamato abito Ford che influenza la moda di quegli anni.

Vestiti anni 30

Gli anni 30 sono molto importanti in quanto rappresentano la fine della grande depressione del 1929, dove gli abiti erano austeri e senza tanti fronzoli. Proprio negli anni 30 la moda femminile ha uno stravolgimento tornando ad apprezzare ed a privilegiare le forme femminili del corpo e proprio in questo periodo i vestiti sono molto più sobri. Gli abiti hanno forme più fascianti e dalle linee morbide, le gonne arrivano fin sotto il ginocchio e negli abiti vintage da sera le gonne si allungano fino alle caviglie. In questi anni iniziano ad essere portati i primi pantaloni eleganti molto amati da tante attrici cinematografiche dell’epoca. La vera rivoluzione però avviene nel settore tessile con nuovi tessuti come il nylon che viene utilizzato principalmente per calze e collant.

Vestiti anni 40

Bisogna tener presente che gli anni 40 sono proprio quelli della seconda guerra mondiale, quindi sinonimo di distruzione e povertà, e anche l’abbigliamento di quegli anni cambia drasticamente. In questo periodo è anche difficile, oltre a i beni di prima necessità trovare anche le stoffe e gli abiti quindi nasce proprio a quest’epoca “l’arte” del riciclo. Degli esempi sono quelli delle calze, non potendo avere calze di naylon o di seta (utilizzate solo nell’ambito militare) alcune donne tingevano le proprie gambe con il té simulando una riga sul polpaccio fingendo una cucitura. Le scarpe con la suola in cuoio vengono sostituite con scarpe con le suole in sughero, anche per i tacchi. In quest’epoca la moda cambia radicalmente anche nei colori, prettamente stile militare.

Vestiti anni 50

Terminati gli anni 40, gli anni della guerra, gli anni 50 rappresentano la fine delle ostilità e la rinascita con un sostanziale sviluppo economico, con il benessere diffuso tra la popolazione e questo da il via ad una sostanziale rivoluzione della moda e dello stile. In questo periodo nasce anche lo stereotipo della famiglia felice, della casalinga perfetta, della donna sempre in forma e curata nell’aspetto. Proprio in questi anni di “ricostruzione” vengono studiati e realizzati i tessuti sintetici e nuove tinture, i colori sono l’opposto di quelli voluti nel 1940, più accesi. In questi anni le maggiori case di moda oltre ad utilizzare modelle dentro le atelier, grazie all’accordo con alcuni fotografi, iniziano a portare al di fuori delle proprie sartorie i propri capi creando i primi servizi fotografici di moda.

Vestiti anni 60

Se nelle epoche precedenti gli abiti e i vestiti hanno subito una trasformazione è proprio negli anni 60 che nella moda si ha una vera e propria rivoluzione. Negli anni 60 iniziano a crearsi i primi movimenti pacifisti, le lotte politiche in quanto proprio in questi anni scoppia la guerra del Vietnam. Si ha un netto cambiamento nel costume e negli usi della società e questo porta anche alla nascita degli Hippy, i figli dei fiori, del rock psichedelico e del flower power creando nel 1969 il primo raduno mondiale e musicale a Woodstock. La moda in questi anni si differenzia tra quella patinata, da copertina e quella dei figli dei fiori che stravolge completamente il look di tanti ragazzi che iniziano ad indossare, larghi camici molto colorati e vistosi, gonne molto lunghe, tuniche, pantaloni e jeans a zampa d’elefante ed i disegni dominanti delle stampe sono i fiori.

Vestiti anni 70

Se gli anni 60 hanno stravolto il modo di vestirsi, gli anni 70 non sono da meno. Proprio in questi anni la donna sta lottando e sta raggiungendo l’emancipazione. Il look cambia indossando pantaloni a zampa di elefante ma soprattutto si iniziano a scoprire le gambe, infatti in questi anni il must sono gli hot pants, i classici pantaloncini. Sulla scia del rinnovamento, delle lotte e i fermenti sociali, le lotte operaie, della nascita delle prime lotte femministe la moda ha una nuova rivoluzione che, sull’onda del look hippy disegna una nuova figura di donna sempre più libera ed emancipata quindi libera di indossare i pantaloni corti che mettono in risalto le curve. L`abbigliamento e gli accessori hanno sempre più colori accesi e vivaci, dai mini abiti, alle collane e orecchini fino alle scarpe.

Vestiti anni 80

Questi anni rappresentano un vero e proprio cambiamento sia per quanto riguarda il look sia per le pettinature che per la musica. negli anni 80 si hanno i primi videoclip, i primi canali musicali come Mtv, la musica che si ascolta e che spopola è la pop music. In questo periodo si creano anche nuovi look come il New Wave. Sono gli anni degli eccessi che stravolgono la moda ed i colori. Si utilizzano colori fluo, le giacche e gli abiti hanno spalline molto grandi, i jeans sono prettamente a vita alta. A questo cambiamento contribuiscono le icone della musica che spopolano creando sempre nuovi look molto seguiti e copiati dalla maggior parte delle ragazze. Entrano anche a gamba tesa gli accessori, orecchini sempre più vistosi, bracciali, collane, ecc.

Abiti da sposa vintage

Stai cercando un abito da sposa che ti renda unica nel giorno più bello della tua vita? Guarda i nostri abiti da sposa vintage senza dover spendere migliaia di euro. Troverai vari stili di varie epoche e il giorno del tuo matrimonio sarà perfetto.

Vestiti Pin Up

In questi anni per l`abbigliamento venivano prese ad esempio le dive del cinema, bellissime con le curve al punto giusto e molto sexy, ricordiamoci che sono gli anni di Marilyn Monroe. Gli abiti delle Pin Up (ragazza bellissima, formosa e provocante) sono creati per dare e valorizzare le forme del corpo, donandole una forma a clessidra. Solitamente gli abiti sono stretti in vita, si utilizzano anche le cinture per fasciare la vita e sono aderenti. Questo modelli, anche se molto sensuali lasciano comunque scoperti solo le braccia e le gambe. Nascono i primi bikini e le prime stampe a pois, animalier come il leopardato o lo zebrato, e viene anche utilizzato il pizzo per creare abiti molto aderenti che mettono in evidenza i fianchi e il seno, punto forte delle Pin Up.

Guida per scegliere l’abito adatto a te

Come sappiamo bene noi donne, trovare un abito che ci calzi alla perfezione a volte diventa una “mission impossible”. In una ci va bene la scollatura ma ci cade male sui fianchi, uno ha la vita troppo alta che mette troppo in mostra le nostre “curve”. Proprio per questo è stata creata questa semplicissima guida online per trovare il tuo abito dei sogni e che ti calzi alla perfezione e che si adatti perfettamente alla tua silhouette. Questi abiti vintage, diversamente da quelli “moderni” hanno un vantaggio, sono stati realizzati per vestire donne “vere” e seguire le curve riuscendo a “coprire” alcuni difetti, facendo in modo di guadagnare punti agli occhi di chi ti guarda e autostima.

Silhouette triangolare

Questa forma del corpo ha la caratteristica di avere:

  • spalle strette;
  • seno piccolo.

Quindi il corpo appare nella parte inferiore più largo e nella parte superiore più piccolo. L’abito ideale e giusto per vestire al meglio la silhouette a triangolo quindi dovrà avere lo scollo a V, in modo tale che il seno e i fianchi passino in secondo piano attirando l’attenzione sulla parte superiore valorizzandola.

Silhouette a triangolo inverso

Questa forma del corpo è caratterizzata da:

  • fianchi stretti;
  • seno prominente;
  • schiena ampia.

Quindi l’abito da indossare dovrà valorizzare le gambe in modo tale da bilanciare la figura del corpo. L’abito ideale dovrà essere molto semplice e svasato mentre la parte più voluminosa dovrà essere nella bassa dell’abito. Questo permetterà alla figura di essere più slanciata, proprio per questo sono ideali anche le gonne a pieghe in modo da dare risalto ai fianchi.

Silhouette rotonda

Questo fisico è caratterizzato da:

  • voluminoso nella parte dell’addome;
  • non ha la vita da vespa;
  • le spalle sono arrotondate.

Per questa silhouette è importante avere volume nella parte inferiore e nessun volume nella parte superiore. I vestiti stile Impero sono quelli ideali per vestire al meglio il corpo “nascondendo”. Quindi gli abiti, le camicie e le magliette devono avere il taglio della vita alzato proprio sotto il seno, mettendo anche una cintura per farlo. In questo modo il vestito cadrà morbido e voluminoso sui fianchi vestendo il corpo alla perfezione. Sono assolutamente da evitare abiti tubino o comunque troppo stretti, avrebbero l’effetto opposto.

Silhouette a rettangolo

Questa silhouette è caratterizzata da:

  • assenza di curve;
  • spalle larghe;
  • fianchi larghi;
  • punto vita non definito.

La donna che ha questa fisicità non deve comunque aver nessun problema a trovare un vestito vintage ed a mostrare le proprie forme, specialmente con una gonna ad A. Trovare un abito che valorizzerà il fisico e le curve non sarà assolutamente un problema, infatti basterà creare volume con del tulle nella parte della gonna e impreziosire con una cintura o un fiocco che valorizzi il punto vita. Se hai un fisico così non vanno bene i vestiti a tubino perché non valorizzano la tua fisicità.

Silhouette a clessidra

Questa silhouette è quella che tutte le donne desiderano, le classiche misure 90-60-90 ed è caratterizzata da:

  • figura molto armoniosa;
  • fianchi con curve omogenee;
  • vita stretta.

Con questa figura ci si può sbizzarrire con gli abiti Vintage, che possono essere a tubino, vaporosi, da Pin Up, fascianti o da rockabilly senza sfigurare mai.

Con questa piccola e semplice guida online spero di averti dato qualche consiglio utile in modo tale che tu possa acquistare i tuoi abiti firmati e non, camicie o t-shirt in tutta tranquillità e valorizzando il tuo corpo creando il tuo outfit perfetto! Adesso che hai a disposizione il miglior stock di abiti vintage, via con lo shopping!