Scarpe Vintage Donna

Le scarpe da donna sono un must se poi sono vintage ancora meglio. Qualsiasi donna ha un amore incondizionato per le scarpe, allora che aspetti, se non sai dove trovare scarpe vintage da donna sei nel posto giusto, trova quella ideale per te nel nostro negozio online!

Indice dei contenuti

  1. Sandali vintage
  2. Stivali vintage
  3. Mocassini vintage
  4. Scarpe Pin Up anni 50
  5. Scarpe da sposa vintage

Sandali vintage

I sandali vintage non passano mai di moda, sono sempre attuali anche se si ispirano agli anni passati. I sandali con fibbia hanno tacco alto e fibbia alla caviglia, questi modelli stilizzano la figura del piede donando all’outfit un’eleganza unica. Cosa aspetti a trascorrere l’estate con i tuoi sandali preferiti!

Stivali vintage

Gli stivali alti vintage donano al look un aspetto molto serio ed elegante e non passano inosservati e di moda. Sempre attuali li puoi trovare con tacco alto, basso e con zeppa. Anche gli stivaletti stringati possono essere molto sexy abbinandoli a un abito mozzafiato. Gli stivaletti stringati possono essere, alti, bassi, con tacco alto oppure con tacco basso, di una cosa sicuramente siamo certi, li amerai.

Mocassini vintage

I mocassini sono un classico e sono scarpe molto confortevoli, è un genere di scarpe che si abbina perfettamente a qualsiasi outfit e assolutamente non passa mai di moda. Sono scarpe vintage che restano sempre odierne.

Scarpe Pin Up anni 50

Le scarpe Pin Up hanno tacchi vertiginosi e con plateau, con cinturini, aperte in punta, con fiori, pois ma si possono trovare anche scarpe basse e molto comode. Le scarpe da festa vintage sono scarpe con tacco alto che sfilano la figura donando uno stile molto elegante, abbinate a un abito vintage. Crea il tuo outfit con queste scarpe eleganti.

Scarpe da sposa vintage

Una sposa con stile vintage non può non indossare scarpe da sposa vintage. Queste scarpe doneranno al tuo outfit da sposa un aspetto unico e invidiabile.

Come scegliere quali scarpe da donna vintage comprare?

Partendo dal presupposto che indipendentemente dall’epoca la donna abbia sempre amato le scarpe, indossarle, acquistarle, guardare le vetrine dei negozi di scarpe, qui troverai una guida che ti sarà utile per trovare la scarpa giusta per te e troverai dei consigli per verificare che la scarpa sia ben realizzata. Quindi attieniti a queste poche regole e sarai la persona più felice del mondo quando le indosserai per la prima volta:

  • Guardare la soletta: ti consigliamo, dove possibile verificare la soletta, che sia giusta alla scarpa e in che materiale è fatta.
  • La tomaia: anche se acquisti online controlla che la tomaia sia perfetta e che rispetti pienamente la descrizione.
  • Il tacco: controlla che il tacco sia ben posizionato rispetto alla scarpa, anche perché se non fosse così potresti avere problemi nella camminata.
  • La calzata: se non trovi il tuo numero esatto, puoi eventualmente prendere un mezzo numero in più, questo va bene anche se hai la pianta del piede più larga rispetto alla forma della scarpa. Ma non prendere mai un numero più grande o un numero più piccolo del tuo, altrimenti avresti dei problemi sia al piede che alla caviglia. Piuttosto se non sei sicura della misura leggi le recensioni degli altri clienti che hanno acquistato la stessa scarpa.

Una volta che ti sarai attenuta a queste piccole regole arriva il momento tanto agognato, l'acquisto della scarpa che non deve mancare nel tuo armadio e proprio per questo siamo qui per aiutarti. Privilegiare l’estetica o la comodità, questo è il dilemma, quindi scegli al meglio, anche perché troverai tantissime scarpe da donna, con tacco alto, tacco medio, tacco basso, ecc. devi però tenere ben presente che un paio di scarpe molto alto ad esempio, nel corso del tempo, potrebbe creare problemi alle caviglie, ai polpacci ma soprattutto ai piedi, quindi devi tenere presente che se per lavoro devi indossare le scarpe per tutto il giorno la comodità va premiata, anche perché la scarpa deve essere calzata per tutto il giorno, detto questo ci sono due regole che dovrai tenere a mente:

  • Scarpe da giorno: durante il giorno, sopratutto se devi tenere le scarpe per molte ore e lavorare la maggior parte del tempo in piedi le scarpe che sono da evitare sono quelle con tacchi che variano dai 7 ai 12 cm. con pianta stretta e la parte anteriore a punta. Le scarpe ideali sono a pianta larga, con la punta squadrata o tonda, così eviterai di arrivare a sera con un fortissimo mal di piedi avendo tenuto il piede in una posizione innaturale che ti procura il tacco alto. Infatti i tacchi troppo alti sono la causa, in tanti casi, di problemi di circolazione, lombosciatalgia e distrutturazione dell’apparato scheletrico.
  • Scarpe da sera: qui cambiano le cose, anche perché non porterai le scarpe per ore infinite, non dovrai camminare avanti e indietro e avrai anche modo di poter star seduta. Per la sera quindi via libera a tacchi alti, anche tacco 12 e tacchi a spillo, che renderanno il tuo look sexy e affascinante. Se non sei abituata a camminare su tacchi così alti ti consigliamo di portare le scarpe in casa e abituarti a camminarci in modo che quando le dovrai indossare per uscire sarai già pronta. Un altro consiglio che ti diamo è quello di portare sempre con te un bel paio di scarpe con il tacco più basso per eventualmente sostituirle o un paio di scarpe da ginnastica, in modo che quando sarai in macchina potrai cambiarle ed essere più comoda.

Quale tipo di scarpa vintage fa al caso tuo?

Devi tenere presente che esistono vari di tipi di scarpe, soprattutto anche in base alla stagione, quindi qui di seguito troverai alcuni esempi per scegliere quello più adatto a te:

  • I sandali: queste scarpe rappresentano l’estate, il sole, le passeggiate, il mare, le gambe scoperte finalmente. Di sandali ne potrai trovare di tutti i tipi, alla romana, con cinturino alla caviglia, con stringhe da allacciare al polpaccio, con fasce o tante fascette, con tacco alto, basso, oppure proprio senza tacco, con perline, strass, ricami. Troverai sandali di ogni colore o stampe, di stoffa, di pelle, di cuoio, di vernice, ecc. e rispetto ad altre scarpe il prezzo dei sandali è più economico.
  • Gli stivali: a differenza dei sandali gli stivali sono l’emblema dell’inverno. Potrai sbizzarrirti anche nella scelta degli stivali in quanto troverai modelli di tutti i tipi: alti, bassi, a scarponcino, sopra il ginocchio o sotto, con tacco, senza tacco o con pochissimo tacco. Anche nei materiali hai varie scelte dalla pelle alla pelle scamosciata, dal tessuto al tessuto ricamato, con fibbie, lacci, cerniere o elastico. Si possono trovare anche in vari stili come per esempio casual, eleganti e sportivi.
  • Scarpe da ginnastica: queste scarpe rappresentano la comodità e il comfort, si abbinano perfettamente a jeans e maglietta come con le tute e abbigliamento sportivo. Si possono usare tante ore senza far soffrire il piede, anche perché le scarpe da tennis sono state realizzate proprio per dare comfort al piede. Potrai trovarle in vari materiali, pelle, scamosciate, e in tessuto, di tutti i colori e decori.
  • Scarpe décolleté: questa scarpa è sinonimo di eleganza, stile e classe. Grazie alla sua silhouette slanciata della scarpa e la funzionalità del tacco. Potrai trovarle semplici, con cinturino, con fasce, tacco altissimo, tacco medio, tacco a spillo o tacco più grosso, insomma di tutte le forme e colori, con stampe o in tinta unita, dorate, argentate o impreziosite da ricami e perline. Questa scarpa donerà sempre al look un aspetto serio ed elegante, anche indossate sotto un bel paio di jeans aderente.
  • Le ballerine: è la classica scarpa senza tempo, bassa e molto comoda ma che non slancia la figura. Le puoi trovare di tutti i colori e fantasie. Negli ultimi anni, proprio per non lasciare il piede così basso (rasoterra) sono state modificate inserendo un tacco di qualche centimetro. Le puoi trovare a punta tonda, la classica ballerina, ma anche con la punta leggermente allungata, che può essere utilizzata alla sera per dare un tocco di classe pur rimanendo molto comode anche se con un piccolo tacco.

Storia della scarpa

Già nell’epoca preistorica esistevano le scarpe, per coprirsi i piedi infatti si utilizzavano suole fatte di fibra vegetale oppure pelli non conciate che venivano fermate con lacci fatti dello stesso materiale. Già 15.000 di anni fa comparvero le prime scarpe su alcuni dipinti spagnoli e una vera scarpa o un prototipo di essa fu rinvenuta in una caverna dell’Armenia ed è risalente al 3500 a.c., un unico pezzo allacciato nella parte anteriore e in quella posteriore con dei laccetti, ed era fatta di pelle bovina. Attraversando le epoche troviamo nell’antico Egitto le prima calzature per nobili e faraoni e consistevano in sandali infradito con la suola di cuoio, di legno o di foglie di palma. Nelle civiltà sumere, assiri e babilonesi nasce la prima invenzione della scarpa con applicazioni, anche metalliche e furono proprio queste civiltà a creare la concia grassa trattata con oli e la concia vegetale con tannino. Le scarpe venivano poi dipinte di bianco, rosso e nero. Gli assiri si distinsero nella creazione di lunghi stivali, che arrivavano oltre al ginocchio, che servivano per cavalcare e per poter guidare i carri da guerra. Ma solo con l’avvento dei greci le scarpe iniziarono a prendere una forma che ha dato origini a quelle moderne, infatti crearono scarpe a sandalo con la suola di cuoio o di legno che veniva assicurato al piede con delle strisce di pelle. Fu anche loro la creazione del primo stivaletto da donna, degli stivali a mezza gamba per gli uomini, per cavalcare ma anche stivaletti fino al ginocchio per andare a caccia o per viaggiare. Passando le ere e i secoli che iniziò la vera e propria rivoluzione della scarpa, infatti iniziarono anche a crearsi le prime botteghe artigiane “specializzate”. Dal XII secolo a Venezia iniziarono a specializzarsi alcuni artigiani come i “Solari” cioè coloro che producevano solo suole e calze solare (una sorta di calzamaglia con suola in cuoio) e i “Patitari” che producevano zoccoli con tomaia in pelle di montone co con la suola alta per gli uomini mentre per le donne gli zoccoli “Zanghe” avevano la suola realizzata con legno e sughero. Famose sono anche le scarpe francesi che grazie a Caterina De’ Medici iniziano a prendere piede le prime scarpe col tacco alto ma anche scarpette e ciabattine con le tomaie fatte di seta o di velluto e impreziosite da ricami d’oro o argento. Mentre in Francia continuano a creare nuovi tipi di scarpe in Italia le donne della nobiltà utilizzano scarpe con la tomaia in pelle a punta aguzza e gli uomini scarpe con tomaia in pelle nera con una linguetta che arriva fin sopra il collo del piede. Ma arrivando al primo 1900 le scarpe trovano una nuova dimensione proprio nella moda, e si inizia a realizzare scarpe sempre più alla moda, ispirandosi all’Art Nouveau francese, con l’allacciatura alta e la punta allungata. Nel corso degli anni inizia la vera e propria rivoluzione creando scarpe per tutti gli usi, da ballo, da passeggio, da tennis, per lo sport, per il lavoro, ecc. andando sempre di più a raffinarsi e a essere eleganti. Negli ultimi anni le scarpe hanno assunto varie forme, modelli, con tacco alto, basso, di tutti i colori e fantasie, con cinturino o senza e di tutti i colori e materiali.

Ora che hai visto la nostra collezione e letto la nostra guida all'acquisto hai ancora dei dubbi? Se ami le scarpe in tutta la loro bellezza allora cosa aspetti, puoi trovare di varie forme e colori, in pelle o in stoffa, con zeppa o senza nel nostro negozio di scarpe da donna vintage online.